Protocollo per l’avvio del contratto

Per l’attivazione del contratto di apprendistato di primo livello o di alta formazione e di ricerca, è obbligatoria la sottoscrizione di un protocollo tra il datore di lavoro e l’istituzione formativa, redatto sulla base dello schema disponibile sul sito della Regione Piemonte al seguente link www.regione.piemonte.it/apprendistato/bandiModulistica.htm, che definisce i contenuti, la durata e l’organizzazione della formazione interna ed esterna all’impresa e la tipologia dei destinatari del contratto (individuando potenzialmente più percorsi in apprendistato per più titoli di studio).

Requisiti dell’impresa

L’impresa deve:

  • mettere a disposizione spazi idonei a consentire lo svolgimento della formazione interna; in caso di studenti con disabilità, dev’essere garantita l’assenza di barriere architettoniche
  • mettere a disposizione uno o più tutor aziendali
  • avere disponibilità strumentale per lo svolgimento della formazione interna, in regola con le norme vigenti in materia di verifica e collaudo tecnico, anche reperita all’esterno dell’unità produttiva

Il tutor aziendale

L’impresa deve individuare al suo interno un tutor aziendale, che dev’essere indicato nel Piano Formativo Individuale. Il tutor può anche essere il datore di lavoro e ci occupa di:

  • favorire l’inserimento dell’apprendista
  • affiancare e assistere l’apprendista durante il percorso formativo, trasmettendogli le competenze necessarie allo svolgimento dell’attività lavorativa
  • fornire all’istituzione formativa ogni elemento utile a valutare l’efficacia dei processi formativi e le attività svolte
  • collaborare alla stesura del dossier individuale