L’impresa può assumere l’apprendista con un inquadramento fino a due livelli inferiore alla qualificazione cui è finalizzato il contratto o con una riduzione percentuale del salario. Durante l’apprendistato la retribuzione può crescere secondo quanto previsto dai rispettivi CCNL.

Per l’apprendistato di primo livello e di alta formazione e ricerca sono inoltre previsti:

  • esonero retributivo per le ore di frequenza formativa esterna all’impresa;
  • per le ore di formazione a carico del datore di lavoro, retribuzione del 10% rispetto a quella che sarebbe dovuta all’apprendista.